Warning: Creating default object from empty value in /web/htdocs/www.giancarloperazzini.it/home/perazzini/wp-content/themes/viewport/framework/zilla-theme-functions.php on line 142
FACCE SPORCHE - Giancarlo Perazzini

FACCE SPORCHE

ELEZ.2013

Alle politiche del 2008 votai Berlusconi perché ritenevo che fosse il solo che potesse ottenere consensi politici e popolari tali da consentirgli di fare le riforme strutturali che servivano all’Italia, prima su tutte quella fiscale. Di fatto Berlusconi ottenne una maggioranza politica schiacciante e, limitatamente al primo anno, un consenso popolare che mai nessuno aveva avuto in passato. In quel momento Silvio poteva e doveva fare le riforme che aveva promesso e per le quali era stato eletto. Se avesse fatto quanto gli competeva l’Italia non avrebbe conosciuto la crisi che sta attraversando. Purtroppo per il Paese, con la complicità di un branco di servi ha espropriato il parlamento nel tentativo, in buona parte fallito, di varare un sacco di leggi ad personam che avevano il solo scopo di favorire le sue industrie e di allontanare da lui lo spettro della galera. Non meno colpevole di lui sono coloro che rappresentavano l’opposizione, e che quindi avrebbero dovuto contrastarlo, e mi riferisco ai Bersani, ai Casini ed ai casotti vari.

Tutti questi signori(si fa per dire), dopo essersi lavati la faccia dietro la schiena di Monti, si presentano come salvatori della Patria e chiedono il nostro voto, propinandoci le stesse promesse di 5 anni fa.

Votare questi personaggi, che rappresentano, ognuno nel suo ramo, il fallimento dell’Italia, è come rendersi complici di un crimine contro l’umanità. Si perché affamare un popolo è un crimine contro l’umanità, se non giuridicamente lo è moralmente, e non c’è dubbio che questa classe politica ha fatto di tutto e di più per distruggere l’economia nazionale, affossando il ceto medio e portando milioni di famiglie a vivere al di sotto della soglia di indigenza. Io non li voterò e pretenderò che il mio  rifiuto a ritirare le schede elettorali venga messo a verbale. Non salverò il paese ma mi farò un po’ meno schifo.

Un commento

  1. liana says:

    Non posso votare chi non ha mantenuto le promesse..dovrei farmi violenza per adempiere a un mio diritto votare ,preferisco e ripeto ritirare la scheda e verbalizzarla..non voglio con il mio voto che vada a governare persone..o verdi o rossi e bianchi tutti hanno tirato l’acqua al proprio mulino..affossando economia..e
    lavoro..

Lascia un commento

*