Fatalità? No grazie

alluvione

Per i morti di Arzachena si darà la colpa al cambiamenti climatici, alla fatalità e altre fesserie del genere ma la realtà nazionale parla di un territorio completamente abbandonato o devastato nel quale ogni evento meteorologico innesca delle conseguenze disastrose. Da anni la mia abitazione viene sommersa da diversi metri cubi di ghiaia e fango ad ogni temporale a causa di alcuni lavori che sono stati eseguiti appena a monte senza alcun rispetto per le più elementari regole idrauliche. Ho segnalato il problema all’assessore dei lavori pubblici, al Presidente della Provincia e all’amministrazione comunale senza alcun risultato. Nella fattispecie con due giorni di lavoro e poche migliaia di euro di spesa il problema sarebbe risolto, invece si aspetterà che il fiume di acqua e fango provochi il franamento di tutto il versante trascinando con se la strada provinciale e mettendo a rischio un intero borgo. Questo piccolo esempio è lo specchio della inefficienza della P.A.. Ma si tratta realmente solo di inefficienza? Una cosa è certa, dove ci sono i morti piovono soldi che vengono gestiti in emergenza, e l’emergenza  non va d’accordo con la trasparenza. Di più non posso dire ma ognuno di noi ha occhi per vedere e facoltà per capire, basta volerlo.

Lascia un commento

*