Le tre porte

COPThriller

Una sorprendente avventura del più ficcanaso degli investigatori, in un susseguirsi di morti violente e quadri che scompaiono come per incanto.

Un borgo immerso nel verde delle colline parmensi, una esposizione di capolavori tra i più importanti mai realizzati, la misteriosa scomparsa del dipinto più prestigioso e la contemporanea scoperta di un efferato delitto commesso nello stesso palazzo, il tutto nella notte tra il 20 ed il 21 agosto 2011, la notte del centenario del furto della Gioconda. Una trama incredibile con sviluppi inimmaginabili. Ci vorrà tutta l’arguzia del migliore Guerrieri per assicurare i responsabili alla giustizia.

Nei prossimi  giorni in lIbreria.

5 Comments

  1. liana says:

    aspettando l’uscita.. che sarà un’altro tuo capolavoro
    un abbraccio Liana

  2. GIMMI says:

    saremo lieti di presentarlo nel Nostro piccolo villaggio !!

  3. Maria Teresa Caivano says:

    Aspetterò con ansia che esca per poter godere di tutte le grandi emozioni che i tuoi libri mi regalano……sarà senza alcun dubbio un altro successo……Maria Teresa 🙂

  4. jenny capozzi says:

    Già letto circa un anno fa! … Ti rinnovo i complimenti Giancarlo! … Come sempre intrigante… e poi nell’anniversario del furto della Gioconda sarà davvero un libro da leggere! … Quando mi immersi per la prima volta nella sua lettura avevo da poco recensito “Ricetta Mortale” … bello! Bellissimo come gli altri! … Dimmi! Quante ne combinerà ancora Guerrieri? Spero ancora tante! … Sai benissimo, però, che tra i tuoi libri il mio preferito, oltre a “Omicidio dell’anima” da cui è nata l’associazione No vuol dire No che qualche volta mi onoro di rappresentare, è il tuo saggio politico “Uomini o Bestie – La casta siamo noi”. Lo trovo magnifico! Perfetto! Mi permetto di ripeterti che occorre una ristampa, magari integrata da fatti e valutazioni inerenti il quadro socio/economico/politico attuale! In bocca al lupo!

  5. Claudia Astori says:

    Bellissimo ed emozionante thriller, Giancarlo, che lascia col fiato sospeso fino alla fine. Mi è piaciuto molto e me lo sono gustato. Lodevolissima la scelta di rendere l’Arte la vera protagonista, e di ricordare il famoso furto della Gioconda.
    Ora aspetto il prossimo… 🙂
    Claudia

Lascia un commento

*